dal_comune.jpg
Ti trovi qui:Home»Dal Comune»TERMINATI I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE IN VIA SAN BARTOLOMEO

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Giovedì, 27 Maggio 2021 10:36

TERMINATI I LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE IN VIA SAN BARTOLOMEO

Sono terminati i lavori di restauro e riqualificazione in via San Bartolomeo e vico Purgatorio. Un intervento dell’importo complessivo di 240 mila euro, che ha permesso di superare il degrado di un’area importante dei rioni Sassi, anche per la funzione di connessione con via Domenico Ridola.

I lavori hanno riguardato il rifacimento integrale delle urbanizzazioni: sono state rimosse le originarie pavimentazioni in chiancarelle (avendo cura di recuperarne il più possibile) e rifatti tutti i sottoservizi a rete (condotta fognaria, acquedotto, cavidotti dell’elettricità, rete telefonica, pubblica illuminazione).

Di particolare rilevanza è stato l'adeguamento sanitario del vecchio e precario cunicolo fognario e la bonifica del vicinato terminale del percorso che, da discarica a cielo aperto, è diventato un suggestivo punto di osservazione panoramico.

Sono stati sistemati i parapetti che bordeggiano alcuni tratti pedonali: di altezza insufficiente o addirittura mancanti in alcuni punti; anche l’impianto di pubblica illuminazione è stato oggetto di adeguamento per valorizzare il contesto urbano e consentire il passaggio pedonale in condizioni di sicurezza.

“Con l'ultimazione dei lavori è stato restituito decoro ad un percorso turistico pedonale importante – dichiara il sindaco, Domenico Bennardi -, nel quale sono presenti numerose attività ricettive e commerciale oltre che siti di interesse, tra cui gli ipogei del palazzo Motta, adibiti a location per mostre e iniziative culturali. E’ un intervento che collega il Sasso con via Ridola, i suoi musei, i palazzi storici e le chiese”.

“Questo luogo ha finalmente visto restituita la forma architettonica che nel corso degli anni era stata deturpata – afferma l’assessore ai Lavori Pubblici, Graziella Corti -. Le stradine e le gradelle originarie erano sconnesse, a tratti coperte da rabberciati massetti cementizi e riparazioni eseguite in modo alquanto approssimativo. Oggi, questa zona degli antichi rioni recupera finalmente la sua funzione”.